‘Bere un bicchiere di vino al giorno equivale a un’ora di attività fisica’

Secondo quanto sostenuto da alcuni studi, bere un po’ di vino ha gli stessi effetti di fare esercizio fisico. Questo è quello che pensano  anche gli studiosi dell’Università di Alberta, in Canada.

I ricercatori hanno scoperto che il vino rosso contiene una sostanza conosciuta come resveratrolo, che contiene benefici simili a quelli ottenuti dopo un’ora di allenamento in palestra o all’aria aperta. ll Journal of Psychology ha pubblicato questo studio che, inoltre, ha dimostrato che il resveratrolo può sostituire l’attività fisica per alcune persone. Il leader del team di ricerca, Jason Dyck, suggerisce una quantità di 1 bicchiere per accompagnare la cena. Questo studio si aggiunge a quelli che già dimostrano i benefici del vino, come la riduzione del rischio di cancro e tumori, le potenti proprietà anti-age e la regolazione dello zucchero nel sangue. Non bisogna certo esagerare con la scusa che “fa bene alla salute”. Gli esperti sottolineano che questi benefici derivano solo dal vino rosso e che non bisognerebbe berlo tutti i giorni, bensì ogni 48 ore (una cena sì e una cena no).

Secondo gli esperti, pare che il resveratrolo, contenuto nella bevanda è capace di migliorare le prestazioni fisiche, la funzione cardiaca, la forza muscolare esattamente come una sessione svolta in palestra. Il resveratrolo potrebbe essere di aiuto per coloro che si vogliono allenare ma sono fisicamente incapaci, migliorando i benefici di una, se pur modesta, attività fisica.

Inoltre è da ricordare che anche se di solito si pensa che l’alcol abbassi le nostre difese immunitarie, le ultime ricerche in realtà hanno dimostrato il contrario. Uno studio spagnolo rivela che chi beve due bicchieri di vino rosso al giorno tende a essere sensibilmente meno a rischio raffreddore di chi preferisce birra e cocktail. Per chi ama il vino durante la cena però deve sapere anche che bere un bicchiere di rosso prima del pasto aumenta il senso di sazietà: il vino rosso fa sentire più soddisfatti, rendendo meno probabile il rischio di abbuffata.

LEGGI ANCHE: Il vino rosso aiuta a perdere peso

Una ricerca durata ben 29 anni ha rivelato che chi beve vino rosso ha un tasso di mortalità più basso del 34 percento di chi preferisce bere birra e vodka. Secondo gli studiosi, dipenderebbe dal fatto che il vino rosso è ricco di polifenoli (sostanze micronutritive che ci proteggono da diverse malattie).

Certo che questo però non vale per tutti. Infatti ogni organismo è diverso. Un bicchiere di vino al giorno potrebbe anche far bene. Ma non a tutti. Una ricerca australiana ha dimostrato che su 900 mila persone, l’8% – ovvero in 72 mila – ha un rischio maggiore di irregolarità del battito cardiaco anche se ingerisce piccole dosi di alcool. Anche quel mezzo bicchiere di vino rosso al pasto da sempre considerato un «toccasana».

Il vino rosso aiuta a perdere peso

Lo studio, coordinato dal dottor Peter Kistler dell’Alfred Hospital di Melbourne, è stato pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology ed evidenzia come la «Holiday heart syndrome» – la sindrome del «cuore in vacanza» che provoca irregolarità nei battiti cardiaci a causa del troppo bere durante una festa o nel fine settimana – potrebbe verificarsi anche consumando un solo bicchiere alcolico al giorno.

Author: SDS

Share This Post On