Bonus INPS anziani e disabili. Come funziona e chi può richiederlo

L’INPS ha prorogato il termine per la presentazione delle domande al 31 marzo 2015 per accedere alle prestazioni del Programma HOME CARE PREMIUM…

Intervento finalizzato alla cura, a domicilio, delle persone non autosufficienti e rivolto ai dipendenti e pensionati pubblici, per i loro coniugi conviventi e per i loro familiari di I grado non autosufficienti (Contributo mensile fisso da 200 a 1.200 euro mensili a favore di chi si occupa di un familiare non autosufficiente). I beneficiari sono i dipendenti e pensionati pubblici, utenti della Gestione Ex Inpdap, i loro coniugi conviventi e i loro familiari di primo grado non autosufficienti (adulti e anziani, minori e adulti disabili).

Bonus INPS anziani e disabili. Come funziona e chi può richiederlo

FOTO: www.coopsolida.org

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è stato differito in considerazione delle difficoltà rappresentate dagli utenti per la presentazione della dichiarazione sostitutiva unica (DSU) per la determinazione del valore .

Le domande andranno presentate compilando previamente il modulo scaricabile dal sito dell’Inps attraverso il proprio PIN. Quindi i modelli così compilato andranno presentati

direttamente presso la sede provinciale competente per territorio;

inviando, a mezzo posta elettronica certificata, all’indirizzo pec della sede provinciale competente per territorio, copia digitalizzata del modulo “iscrizione in banca dati”, debitamente compilato;

inviando, a mezzo posta elettronica, all’indirizzo mail della sede provinciale competente per territorio, copia digitalizzata del modulo “iscrizione in banca dati”, debitamente compilato, e copia del documento di identità in corso di validità;

inviando, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, il modulo “iscrizione in banca dati”, debitamente compilato, allegando copia del documento di identità in corso di validità;

trasmettendo, via fax, al numero della sede provinciale competente per territorio, copia del modulo “iscrizione in banca dati”, debitamente compilato, allegando copia del documento d’identità in corso di validità.

Non sono richiesti limiti di reddito massimo. È comunque necessario presentare l’Isee che servirà all’Inps per determinare la misura del contributo da erogare al beneficiario sulla base di criteri di graduatoria

Le prestazioni erogate dall’Istituto sono divise in tre diversi elementi: a) contributo economico mensile erogato in favore del beneficiario, riferito al rapporto di lavoro con l’assistente familiare (prestazione prevalente) secondo la tabella inserita nel bando stesso (Art. 13); c) contributo economico in favore dell’ATS (ambito territoriale sociale) per le attività gestionali a cura dello stesso; c) contributo economico in favore dell’ATS (ambito territoriale sociale) per la fornitura, a cura dello stesso, di prestazioni integrative a supporto del percorso assistenziale del beneficiario (prestazioni integrative). Per leggere il bando vai su “Home care premium”

Share This Post On