Come capire se una persona sta mentendo. Ecco i 5 indizi

La fiducia, all’interno di un rapporto, è il tassello fondamentale affinché esso sia stabile e duraturo ma se qualcosa non funziona è fondamentale cercare di capire se una persona sta mentendo.

Infatti capirlo non è difficile poichè a supporto della teoria di una menzogna, ci sono determinati atteggiamenti capaci di auto-smascherare la falsità del partner. Tuttavia molti studiosi negli anni hanno cercato di capire e individuare il comportamento umano per capire come qualcuno sta mentendo. Infatti, la Dott.ssa Meyer, dopo aver conseguito un MBA presso l’Harvard Business School, ha lavorato per anni con un team di ricercatori specializzati nell’identificazione di microespressioni facciali, conduzione di interrogatori ed analisi delle dichiarazioni giurate per capire come una persona mente. Nella sua pluriennale esperienza ha individuato 10 segni distintivi del bugiardo patologico. Il pinocchio della situazione, molto spesso. Importante capire però tutti i movimenti e le parole che una persona bugiarda utilizza. Infatti secondo studi ci sono comportamenti inequivocabili delle persone bugiarde da seguire. Come riporta anche il sito Vocidicittà.it ci sono gesti e movimenti davvero facili da capire:

LEGGI ANCHE: Le app smaschera bugie. Non possiamo più mentire ai nostri smartphone

1 La gestualità. Toccarsi i capelli o il naso, nonché incrociare le braccia, sono segnali che fanno capire chiaramente la possibilità che una persona sta mentendo. Il fatto che, quando gli si pone una domanda, l’uomo sembri quasi voler scattar via dalla sedia nervosamente, invece, fa pensare che – nel caso in cui non avverta il bisogno di andare in bagno – si comporti così perché non la sta dicendo del tutto giusta. 2 Amicizie femminili Come descrive le proprie amiche il diretto interessato? E, soprattutto, accorre immediatamente in aiuto di una in particolare o è comprensivo e amorevole con tutte? Questi sono punti su cui soffermarsi in presenza di un compagno al quale basta un niente per precipitarsi a sostegno di determinate amicizie femminili e il quale, poi, alle domande su cosa ne pensi effettivamente di loro risponde che sono brutte, grasse e così via. Risulta più fastidioso, senz’altro, chi asserisce esplicitamente quanto queste ultime siano belle e interessanti, nutrendo per loro solamente una sincera amicizia in realtà, contrariamente a chi, invece, ostenta continuamente “indifferenza”. Non è detto, però, che nel primo caso l’uomo in questione abbia secondi fini e il secondo no, anzi.

Come capire se una persona sta mentendo. Ecco i 5 indizi

3 Lo sguardo. Uno degli elementi fondamentali consiste proprio nella maniera in cui si utilizzano gli occhi, i quali – si sa – sono considerati lo specchio dell’anima. Chi mente, dunque, per quanto bravo possa essere, non riesce del tutto a dissimulare la verità al di là dello sguardo. Di conseguenza, se un uomo non riesce a guardare negli occhi la propria donna mentre risponde a qualche domanda, è perché sta fornendo una versione dei fatti non del tutto veritiera o completa. È anche vero che alcuni sono talmente abituati a dire bugie da auto-convincersi di quanto stanno dicendo o, nientemeno, da controllare bene lo sguardo al punto da rimanere impassibili di fronte a tutto. Peccato, però, che anche lo sguardo sia governabile fino a un certo punto: chi guarda negli occhi parlando con passione, senza neanche sbattere le palpebre, non sa che in realtà sta compiendo un gesto piuttosto innaturale.

4 Le risposte. Solitamente, un politico che viene messo sotto torchio con domande scottanti tende a inserire le sue risposte all’interno di un contesto più ampio, evadendo il succo del discorso vero e proprio. Ebbene, un uomo che inventa frottole agisce nella stessa identica maniera; può anche darsi, comunque, che, non avendo ascoltato in maniera attenta la richiesta della compagna, tenda lui a discorrere aggiungendo particolari non attinenti al quesito, ma fermo restando che, se dopo più volte, la replica prosegue, è forse il caso di cominciare a dubitare. 5 Giustificazioni, attenuanti e confermanti. Ci sono uomini che propongo numerose scuse al momento opportuno, come nel caso in cui non arrivino puntuali agli appuntamenti a causa di motivazioni di volta in volta differenti. Il modo per riconoscere un uomo insincero consiste nel fargli sapere che non si crede alla sua ultima “spiegazione”, perché fin troppo poco plausibile: se all’appuntamento successivo lui arriverà in orario, ribadendolo con agitazione, ciò vuol dire che qualcosa non va.

Author: SDS

Share This Post On