Davigo: ‘I politici non hanno smesso di rubare, hanno smesso di vergognarsi’

“I magistrati avendo guarentigie non sono abituati al criterio di rappresentanza: per questo sovente sono pessimi politici”. Così, Piercamillo Davigo, presidente dell’Anm, si è espresso in tv al programma “Di Martedì”. Alla domanda se quindi si ruba più di prima, Davigo spiega: “Si ruba in modo meno organizzato.

LEGGI ANCHE: L’Italia sta entrando in Guerra comandata da Matteo Renzi

Tutto è lasciato all’iniziativa individuale o a gruppi temporanei. La corruzione è un reato seriale e diffusivo: chi lo commette, tende a ripeterlo, e a coinvolgere altri. Questo dà vita a un mercato illegale, che tende ad autoregolamentarsi: se il corruttore non paga, nessuno si fiderà più di lui. Ma se l’autoregolamentazione non funziona più, allora interviene un soggetto esterno a regolare il mercato: la criminalità organizzata”.

LEGGI ANCHE: Appello del Papa alla politica: “Dare più sostegno alle famiglie”

Davigo spiega anche che oggi: “Si ruba in modo meno organizzato. Tutto è lasciato all’iniziativa individuale o a gruppi temporanei. La corruzione è un reato seriale e diffusivo: chi lo commette, tende a ripeterlo, e a coinvolgere altri. Questo dà vita a un mercato illegale, che tende ad autoregolamentarsi: se il corruttore non paga, nessuno si fiderà più di lui. Ma se l’autoregolamentazione non funziona più, allora interviene un soggetto esterno a regolare il mercato: la criminalità organizzata. Dopo Mani Pulite,hanno vinto i corrotti, abbiamo migliorato la specie predata: abbiamo preso le zebre lente, le altre sono diventate più veloci”.

LEGGI ANCHE: Stipendi. Aumenti fino a 2000 euro al mese però solo al Parlamento

Author: SDS

Share This Post On