Differenza tra l’amore e la dipendenza affettiva

Forse non tutti lo vedono ma c’è una grandissima differenza tra lamore e la dipendenza affettiva tra le persone. Molti infatti credono di essere innamorati senza rendersi conto che il più delle volte è solo un sentimento di paura, attaccamento e dipendenza.

Chi ama veramente non si sente attaccato in modo morboso all’altro ma vive dell’amore che prova per lui. L’amore vero è affetto è stima nei confronti dell’altro, ò voglia di vederlo/a felice, di volere solo il meglio. Solo se l’altro/a sta bene allora la persona innamorata è felice. L’amore vive di amore, la dipendenza è solo egoismo, egocentrismo e arroganza. L’amore vero vive di leggerezza, di completa fiducia nell’altro.

In ogni caso, secondo gli esperti, una delle modalità più sane per passare dall’innamoramento all’amore vero con la A maiuscola è quella di riconoscere noi stessi e l’altro, accettare quello che siamo, anche i limiti umani ed esistenziali dell’individuo, e della relazione. Amare vuol dire stare bene dentro, sentirsi ricambiati fa stare sereni. L’amore è voglia di vivere sempre con l’altro è un futuro che non avrebbe motivo di esistere senza la persona amata. Amare significa pensare sempre alla persona cara, mettersi al secondo posto solo per il bene dell’altro perchè amore è donare amore.

La dipendenza è qualcosa che dura meno, che non è permanente, che fa stare male e che fa sentire legati e deboli, invece il vero amore rende forti tutti, più sicuri anche nella vita di tutti i giorni. Essere amati e amare è qualcosa che va al di là del semplice affetto, è forte è un collante della relazione.

La dipendenza affettiva invece può trasformare la relazione in una spirale di insoddisfazione perenne. Secondo Brenda Schaeffer, psicologa la differenza tra amore e dipendenza è data da tre elementi:

1.l’ossessione o la preoccupazione:

Quando si è dipendenti dall’altro si crede che senza non si possa vivere e ci si preoccupa di tutto, ci si sente frustrati e abbandonati.

2.la sensazione di essere fuori controllo:

Succede quando non si capisce cosa si prova ma non s riesce a stare senza l’altro. Tuttavia c’è un odio interno verso l’altra persona perchè in fondo tutti sanno se è vero amore o solo dipendenza e attaccamento.

3. il perseverare in questo comportamento:

Nonostante le cose non vadano bene si persevera nella relazione soffrendo e distruggendo l’altro. Tutto questo provoca rabbia per se stessi e per l’altro.

Differenza tra l'amore e la dipendenza affettiva

Anche la psicologa americana Margaret Paul ha scritto in numerosi suoi testi che la causa primaria della dipendenza affettiva è da ricondursi nella scarsa autostima di se stessi. Questo atteggiamento è spiegato dal fatto che la persona vive costantemente nell’ansia di poter perdere la persona che crede di amare, evento considerato insopportabile e inconciliabile. C’è quasi ossessione e frustrazione. Secondo lo studioso Giddens, la dipendenza affettiva si avverte da due elementi:

1. Dall’Ebbrezza.

Significa che si vive solo in visione dell’altro, si è dipendenti anche da ciò che prova l’altro, in pratica, il soggetto dipendente tende a star bene solo quando è in presenza della persona amata, o meglio dire che vuole e basta.

2. La Dose.

Il dipendente affettivo tende a voler passare il maggior tempo possibile con l’altro e non ammette altri. Insomma amare è qualcosa di diverso e sicuramente di più appagante e rassicurante della semplice dipendenza affettiva che consuma lentamente.

Author: SDS

Share This Post On