Dormire anche dopo il suono della sveglia è sintomo di intelligenza

Vi sembrerà strano ma riuscire a dormire profondamente anche dopo il suono della sveglia è secondo gli esperti un sintomo di grande intelligenza.

L’Independent riporta proprio uno studio al riguardo condotto dalle ricercatrici Satoshi Kanazawa e Kaja Perina, che sostengono come l’organismo umano tenderebbe in realtà ancora a seguire i ritmi dei nostri antenati, i quali andavano a dormire (e dunque si svegliavano) relativamente presto. I ritmi del giorno d’oggi invece impongono orari totalmente diversi, cosicché svegliarsi entro una determinata ora sarebbe un’imposizione al nostro corpo a cui non siamo fisicamente abituati. Infatti, le ricercatrici Satoshi Kanazawa e Kaja Perina hanno anche spiegato che ad oggi gli essere umani tendono a seguire le abitudini tramandate dal passato, cioé andare a dormire e svegliarsi presto, seguendo la luce del sole.

LEGGI ANCHE: Dormire poco. Gli effetti sulla salute della mancanza di sonno

Un altro studio, stavolta dell’università di Southhampton, ha condotto un’indagine sulle abitudini del sonno di 1229 tra uomini e donne: a quanto pare i “gufi” (quelli che non vanno a dormire prima delle 23:00 e non si svegliano prima delle 8:00), per via delle circostanze socio-economiche in cui viviamo, proprio per via della loro caratteristica creatività si ritrovano ad avere uno stile di vita e stipendio migliori di chi invece va a letto prima. In sostanza, sono più felici. Insomma, a quanto pare, i ritardatari dovrebbero essere perdonati anche quando arrivano ore e ore dopo l’appuntamento, soprattutto se era per motivi di sonno.

Dormire anche dopo il suono della sveglia è sintomo di intelligenza

Inoltre dormire è molto importante anche per la salute, infatti secondo altri studi dormire giova al sistema immunitario e chi non riesce ad addormentarsi bene ha il 27% di possibilità in più di incorrere in gravi malattie cardiache. A rischio sono soprattutto le donne che, per via dei loro livelli ormonali, sono tra le persone che si addormentano con meno facilità.
Il sonno quindi è importantissimo per il nostro fisico, ma anche per la nostra salute mentale secondo i ricercatori della China Medical University di Shenyang. Non dormire potrebbe aumentare la pressione sanguigna e alterare il metabolismo, tutti fattori che concorrono ad aumentare il rischio di malattie cardiovascolari.

Inoltre mentre dormiamo diventiamo più intelligenti perchè l’elaborazione della memoria costituisce una delle funzioni del sonno. Durante questo processo, infatti le informazioni incamerate durante la giornata e le esperienze a breve termine vengono convertite in ricordi a lungo termine. Durante il sonno quindi il cervello si rigenera e, come spiega una ricerca dell’Università della California, combatte l’invecchiamento,  anche cutaneo.

Author: SDS

Share This Post On