Foggia, è morta la 15enne ferita al volto dall’ex compagno della madre

È morta poco prima delle 7 di questa mattina Nicolina Pacini, la ragazza di 15 anni che ieri era stata ferita al volto da un colpo di pistola sparato dall’ex compagno della mamma.

Il colpevole, Antonio Di Paola, un 37enne con piccoli precedenti penali, le aveva sparato da distanza ravvicinata, mentre la ragazzina stava scendendo le scale di via Zuppetta, a Ischitella per raggiungere la fermata dell’autobus che l’avrebbe portata a scuola. Nicolina, che a causa delle condizioni di disagio famigliare, viveva a casa dei nonni ai quali era stata affidata dai servizi sociali insieme al fratello, si era sempre rifiutata di dare informazioni all’uomo. La madre della ragazzina, Donatella Rago, di 37 anni, che da qualche tempo vive in Toscana per lavoro, sta arrivando a Foggia. Tempo fa infatti aveva lasciato Di Paola per il suo carattere violento.

Secondo le ricostruzioni, pare che il soggetto si fosse avvicinato alla minorenne per chiedere notizie della mamma e pare che forse, al rifiuto della 15enne, l’uomo avrebbe sparato colpendola al viso.

LEGGI ANCHE: ‘Ho mangiato un uomo per vendetta’: cannibale si racconta

Ricordiamo che dopo il colpo, l’uomo si è dato alla fuga a piedi mentre la sua auto è stata trovata vicino al luogo del ferimento della 15enne, Immediatamente sono scattate immediatamente le ricerche, con posti di blocco, elicotteri e cani. Alla fine, nella serata di mercoledì, il corpo senza vita di Antonio Di Paola, è stato trovato dai carabinieri nelle campagne della località Callone, nel territorio di Ischitella.

Foggia, è morta la 15enne ferita al volto dall'ex compagno della madre

Secondo gli specialisti non è raro assistere a situazioni di vendetta di questo tipo sui cari della persona che si vuole colpire. La decisione di focalizzare l’attenzione sulla vendetta è un modo per distogliere la propria attenzione dalla tristezza, da cui la persona fugge. Tant’è vero che, quando sopraggiunge la possibilità di vendicarsi, la persona può rendersi conto di non trovare nella vendetta quella soddisfazione che pensava.

Foto Ansa

Author: SDS

Share This Post On