Il sedano, l’ortaggio dalle molteplici proprietà

Il sedano è una pianta biennale, che può raggiungere un’altezza di circa 1 metro. E’ caratterizzata da una colorazione bianco-verde e ha un buon profumo.

Il terreno per la coltivazione del sedano deve essere fertile, ben lavorato, ricco di humus e acqua, richiede abbondante concimazione organica e minerale. Per quanto riguarda il clima, meglio se temperato, ama il sole e teme il freddo.

Le foglie sono composte da 3-5 segmenti dentellati, di colore verde scuro e un picciolo carnoso, che costituisce la parte commestibile della pianta. Tuttavia del sedano si utilizzano anche i semi, le radici e i frutti, raccolti a fine agosto.

LEGGI ANCHE: Come dimagrire con verdura, frutta e ortaggi crudi

Numerose sono le proprietà del sedano. Svolge un’azione tonificante sul sistema nervoso. Rimineralizzante, in quanto ricco di sodio, potassio e calcio, acqua e vitamina A. Disintossicante. Favorisce la depurazione del sangue. Contribuisce ad abbassare il colesterolo e i trigliceridi. Diuretico e digestivo. Prezioso alleato contro le infiammazioni. E’ anche considerato un eccellente afrodisiaco.

Se consumato regolarmente, il sedano contrasta il colesterolo, regola la pressione del sangue, svolge un’azione anti tumorale, stimola e migliora la digestione e aiuta a contrastare i reumatismi e l’insufficienza epatica.

Il brodo di sedano è efficace contro il mal di gola e gli abbassamenti della voce. Grazie alla leggerezza il sedano è ritenuto uno degli ortaggi più apprezzati nelle diete. Il sedano può essere cotto al vapore o stufato, utilizzato per dare sapore a minestre, zuppe, arrosti. Ma anche mangiato crudo in pinzimonio oppure come ingrediente di insalate.

Author: Beatrice

Share This Post On