Giappone. La storia della principessa Mako, che ha rinunciato al trono per amore

La 25enne principessa Mako, figlia del secondogenito dell’Imperatore giapponese Akihito, si prepara a sposare un cittadino comune.

GIAPPONE. Sembra una favola, ma è successo davvero: Lei è una principessa che ha rinunciato al suo titolo per sposare un uomo ‘comune’. L’uomo che ha stregato la principessa Mako si chiama Kei Komuro, ed è un semplice e umile impiegato che lavora in uno studio legale. “Il suo sorriso è come il sole” con queste parole la principessa ha preferito spiegare la propria scelta. La principessa Mako, nipote primogenita dell’imperatore Akihito, lascerà dunque presto il suo titolo soltanto in nome dell’amore. La casa reale giapponese ha annunciato ufficialmente il fidanzamento con il cittadino comune, Kei Kamuro, suo ex compagno di studi all’International Christian University di Tokyo.

“Sono molto contenta che l’imperatore abbia approvato il nostro fidanzamento”, ha detto Mako in una conferenza stampa. Komuro aveva chiesto la mano della bella principessa già dal lontano 2013: E’ lei che “veglia dolcemente su di me come la luna”. “Il sorriso del mio futuro sposo per me come il sole” gli risponde lei. Con ogni probabilità il matrimonio verrà celebrato nella primavera del 2018.

Giappone. La storia della principessa Mako, che ha rinunciato al trono per amore

Rinunciare al titolo e al trono per amore. Una favola moderna a tutti gli effetti, nella quale una bella principessa 25enne, non ha saputo rinunciare all’amore della sua vita, neppure al fine di preservare il proprio trono.

Secondo la legge infatti, Mako, sposando un cittadino borghese perderà tutti i suoi privilegi nobiliari. Si attende per il 3 settembre l’annuncio del fidanzamento, quando l’imperatore darà formalmente il suo assenso alle nozze. Il ragazzo, che aveva intrapreso la carriera di avvocato, conosceva bene la Imperial House Law del 1947, secondo cui, se un membro femminile della casa imperiale sposa un cittadino comune è costretto a rinunciare al titolo. Ma queste difficoltà, apparentemente insormontabili, non sono bastate a dissuadere i due ragazzi dal desiderio di poter coronare il loro sogno di vero amore. Una scelta fatta dunque con consapevolezza che, tra le altre cose comporterà per esempio alla giovane coppia il dover pagare tutte le tasse come gli altri cittadini.

Ricordiamo però un precedente simile. Non è, però, la prima volta che succede. Anche Sayako, figlia dell’imperatore, anni fa decise di rinunciare al suo titolo per sposare un funzionario pubblico.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi Anche: Due ciliegi innamorati

Author: Beatrice

Share This Post On