Reddito di inclusione, da oggi è possibile presentare la domanda

Parte da oggi 1 dicembre il via alle domande per richiedere il Reddito di inclusione. Potranno accedere al bonus per far fronte alle situazioni di povertà tutte le persone in stato di bisogno, disoccupati e cittadini con un reddito basso. Vediamo nel dettaglio:

il Rei, reddito di inclusione, ricordiamo che è un beneficio economico condizionato alla prova dei mezzi e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa. Tale misura prevede un beneficio economico erogato attraverso l’attribuzione di una carta prepagata emessa da Poste Italiane SpA ed è subordinata alla valutazione della situazione economica e all’adesione a un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa.
Il beneficio economico sarà erogato per un massimo di 18 mesi, dai quali saranno sottratte le eventuali mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) percepite.

Ricordiamo che la nuova misura permanente di contrasto alla povertà potrà riguardare in prima battuta una platea di 490.000 famiglie per circa 1,8 milioni di persone nel complesso. La misura, prevede anche un progetto personalizzato per aiutare il nucleo ad uscire dallo stato di bisogno prevede un beneficio economico fino a 187 euro nel caso di componente unico della famiglia e un tetto di 485 euro al mese nel caso di famiglia in difficoltà con almeno cinque persone. Le prime carte Rei potranno essere riconosciute a partire dal primo mese del 2018.

Chi potrà fare domanda e beneficiare del bonus? Per avere accesso al Rei bisogna essere cittadino comunitario o extracomunitario con permesso di lungo soggiorno ma e’ necessario anche risiedere in via continuativa in Italia da almeno due anni al momento di presentazione della domanda. In sede di prima applicazione si partirà dalle famiglie che hanno almeno un minore, o una donna in stato di gravidanza accertata, o disabili o persone over 55 disoccupate.

La domanda di accesso alla prestazione, ricordiamo, che potrà essere presentata presso i comuni o altri punti di accesso identificati dagli stessi, utilizzando il modello (pdf 718KB) allegato alla circolare. Al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente deve essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità.

La procedura di richiesta ed accoglimento della domanda carta REI, sarà molto veloce e ci vorranno solo 20 giorni per ottenere il riconoscimento del diritto, ci saranno sportelli dedicati per presentare i documenti e la domanda per ottenere fino a 485 euro mensili di bonus povertà e ricevere la risposta. La durata reddito ricordiamo che è di 18 mesi. Superata la prima durata, il cittadino dovrà procedere al rinnovo del beneficio non prima che siano passati 6 mesi dall’erogazione dell’ultima mensilità.

Metà affitto in tasse e spese. Il mattone rende meno

one rende meno

Come riporta il sito dell‘Inps.it, l’ammontare dell’importo è correlato al numero dei componenti del nucleo familiare e tiene conto di eventuali trattamenti assistenziali e redditi in capo al nucleo stesso. In ogni caso, l’importo complessivo annuo non può superare quello dell’assegno sociale.

Author: SDS

Share This Post On