Scuola. Andare a lezione prima delle 8.30 rende i bambini più depressi

L’orario a scuola non piace a tutti ma secondo recenti studi pare che i bambini che vanno a lezione prima dello 8.30 sono più depressi e nervosi.

A scuola prima delle 8.30 del mattino? Agli adolescenti non fa bene, lo dicono i ricercatori americani in uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Sleep Medicine secondo cui alle medie e al liceo, cominciare le lezioni dopo le 8.30 del mattino aiuterebbe gli alunni ad arrivare sui banchi attenti, sani e pronti all’apprendimento. Così l’American Academy of Sleep Medicine (AASM) raccomanda che gli adolescenti tra i 13 e i 18 anni di età dormano regolarmente da 8 a 10 ore a notte per mantenersi in salute. Colpa della qualità del sonno compromessa.

E’ ciò che è emerso anche dalla ricerca dell’University of Rochester Medical Center (Stati Uniti) che ha analizzato il comportamento di 197 studenti tra i 14 e i 17 anni. Dallo studio è emerso anche che, oltre la sveglia puntata troppo presto, influisce negativamente sulla qualità del sonno anche l’assunzione di bevande con caffeina dopo le sei e l’utilizzo di smartphone o tablet prima di andare a letto. E’ risultato evidente che chi entrava in aula prima aveva livelli più alti di ansia e depressione.

Da un ulteriore studio invece è emerso che non solo i bambini che si svegliano prima delle 7 e iniziano le lezioni alle 8.00 sono più depressi, ma hanno anche il rischio di diventare in sovrappeso. A sancire inevitabilmente la “condanna” per le modalità scolastiche seguite in Italia nella maggioranza dei casi è il CDC di Atlanta, il Centers for Disease Control and Prevention, nel suo bollettino Morbidity and Mortality Weekly Report.

LEGGI ANCHE: Scuola: ‘Niente più compiti a casa per alunni di elementari e medie’

Nel 2014 l’American Academy of Pediatrics ha diffuso raccomandazioni per sollecitare urgentemente le classi medie e superiori a modificare l’orario di ingress a scuola a dopo le 8.30 per dare appunto modo ai ragazzi di riposare a sufficienza. Quando le lezioni iniziano prima c’è il rischio di sovrappreso, abuso di fumo e alcol e anche di uso di droghe.

A chi pensa che per porre rimedio al problema sarebbe sufficiente andare a letto prima la sera, gli esperti rispondono che “durante la pubertà si verifica nel corpo umano cambiamenti naturali dell’orologio circadiano interno e, di conseguenza, la maggior parte dei giovani ha una naturale propensione fisiologica ad andare a dormire tardi”, chiarisce Nathaniel Watson, specialista del sonno all’Università di Washington, Seattle e autore principale dello studio.

Scuola. Andare a lezione prima delle 8.30 rende i bambini più depressi

Secondo Watson e colleghi il poco sonno negli adolescenti sarebbe associato a scarse prestazioni scolastiche, obesità, disfunzioni metaboliche, malattie cardiache, aumento dei sintomi depressivi, ideazione suicida, comportamenti di rischio e traumi sportivi.

Author: SDS

Share This Post On