Si laurea senza essere diplomato. Il titolo è valido lo stesso

Si era laureato alla facoltà di Giurisprudenza alla Statale di Milano nel 2013, ma 10 mesi dopo si è scoperto che non era nemmeno diplomato. Questa è la vicenda accaduta ad un ragazzo di Torre del Greco, che un po’ di anni fa aveva presentato un’autocertificazione di una scuola che rilasciava titoli falsi. Il tutto a sua insaputa. Così si è rivolto alla magistratura e il Consiglio di Stato ha riconosciuto la validità della laurea cancellata considerandolo vittima di truffa.

Il Consiglio di Stato ha quindi riconosciuto la validità della laurea cancellata. La vicenda, è stata al centro di una battaglia legale durata un paio d’anni, fino a che il Consiglio di Stato ha stabilito che non fosse corretto accanirsi sul ragazzo e annullare a posteriori la sua intera carriera universitaria, considerati i sette anni di studio e fatica e «l’incidenza sulla sua situazione di vita, personale e professionale».

Si laurea senza essere diplomato. Il titolo è valido lo stesso

Ma cosa vuol dire: «La scuola non esisteva»? Il Corriere della Sera riporta in modo molto chiaro la vicenda: Si parla di un’inchiesta giudiziaria. Perché poco dopo che il futuro dottore in giurisprudenza si diplomasse, la Procura di Torre Annunziata aprì un’inchiesta che si chiuse nel 2007 con una decina di arresti. Le cronache dei giornali locali, all’epoca, la raccontarono così: «Due pregiudicati per reati finanziari hanno costruito un sistema scolastico “parallelo” (con tre istituti per la preparazione agli esami tra Torre del Greco e Pomigliano d’Arco) che ha sfornato titoli di studio completamenti falsi, diplomi e lauree. Scuole non parificate, né in alcun modo riconosciute, che incassavano rette per seguire i corsi e poi presentavano una sorta di tariffario a conguaglio di 4 mila euro per un diploma e 10 mila per una laurea» (nel 2014 sono arrivate sei condanne in primo grado, da 6 anni a un anno e mezzo, per i responsabili delle truffe). Il dottore in legge della Statale si era diplomato proprio in quella scuola fantasma in Campania. La sua battaglia legale s’è fondata tutta su una tesi semplice: “D’accordo, il diploma è nullo. Ma all’epoca sono stato truffato”.

Author: SDS

Share This Post On