Social card e Nuova Social Card 2017. Ecco chi ne ha diritto

E’ in arrivo una nuova forma di sostegno per le famiglie in stato di difficoltà e con basso reddito…

Si chiama Nuova Social Card 2016 2017 un bonus che potrà arrivare fino a 400 euro mensili, utili per acquistare i beni di prima necessità, alimenti e pagare bollette di gas e luce. Approda così la nuova social card 2016 2017, si tratta di un bonus pensato esclusivamente per le famiglie in difficoltà e finalizzata al sostegno delle spese alimentari nonché al pagamento dei servizi energetici e quindi anche al pagamento delle bollette di casa. Contrastare la povertà in Italia, attraverso il rafforzamento e consolidamento della sperimentazione della social card, fino adesso riservata solo a 12 città italiane ed introdotta dall’articolo 60 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 3 oggi è possibile in modalità più estesa.

Infatti, la vecchia social card, a differenza della nuova, era riservata solo a soggetti beneficiari residenti in 12 città campione o prova: Roma, Milano, Bologna, Catania, Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Torino, Venezia, Verona e Bari.
L’estensione della nuova social card a tutto il territorio del Paese dipende dallo spirito rinnovato del DdL povertà che punta all’introduzione del cosiddetto RIA, Reddito Inclusione Attiva. Quindi, al fine di garantire aiuti al reddito delle famiglie più povere, il Governo Renzi, ha provveduto ad istituire con la nuova Legge di Stabilità 2016, un Fondo sostegno. Per tale attività, sono state destinate risorse per 600 milioni di euro per il 2016 e 1.000 milioni di euro dal 2017. La social card quindi è destinata esclusivamente a famiglie in stato di bisogno.

La carta social card 2016, sarà attivabile ed utilizzabile però solo dopo la ricezione PIN spedito a casa. Per tutte le informazioni circa la Carta Acquisti 2016, ricordiamo però che è stato attivato il numero verde 800.666.888, per il blocco carta il numero 800.902.122 mentre per il saldo via SMS il numero 800.130.640. Inoltre ricordiamo, che la carta ha una durata annuale, per cui va rinnovata prima della scadenza annuale tramite CAF e ISEE. Cliccando sui numeri potrete scaricare i moduli per:
1) Social card 2017 modulo domanda per chi ha più di 65 anni.
2) la Social card come richiederla: bambini sotto i 3 anni.

Si ricorda che l’assegnazione delle social card viene effettuata in base ad una graduatoria dove è presente un solo genitore con figli minorenni, famiglie numerose o con bambini disabili, hanno la precedenza a parità di condizioni. Per accedere al beneficio, è sufficiente essere residenti da almeno un 1 anno in Italia ed Essere in possesso dei seguenti condizioni: economiche, lavorative, disagio abitativo. Ricordiamo anche che l’accesso alla nuova social card potrebbe essere pregiudicato dal possesso di auto immatricolate nei 12 mesi antecedenti la domanda del beneficio, purché il veicolo sia di cilindrata superiore a 1.300 cc. E’, allo stesso modo, limitante il possesso di moto di cilindrata superiore a 250 cc immatricolate nei 3 anni antecedenti la domanda. L’erogazione inoltre, ricordiamo che varierà a seconda della composizione del nucleo familiare ed oscillerà tra i 231,00€ e i 404,00€. Vediamo nel dettaglio i requisiti per richiedere la nuova social card 2017:

1) Da un punto di vista reddituale è indispensabile che il monte reddito pensionistico non superi i 6.788,61€ all’anno (o i 9.051,48€ annui per gli ultra 70enni), mentre il patrimonio immobiliare fotografato dalla dichiarazione ISEE 2016, non deve essere superiore a 15.000€.
2) Il richiedente non deve fruire di vitto garantito dallo Stato.
3) Il cittadino deve essere regolarmente iscritti nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale)
4) Il richiedente deve non essere (da solo o insieme al coniuge) intestatario di più di una utenza elettrica domestica; intestatario/i di utenze elettriche non domestiche; intestatario/i di più di una utenza del gas; proprietario/i di più di un autoveicolo; proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 25%, di più di un immobile ad uso abitativo;
proprietario/i, con una quota superiore o uguale al 10%, di immobili non ad uso abitativo, inclusi quelli ubicati al di fuori del Territorio della Repubblica Italiana o di categoria catastale C7; titolare/i di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15.000 e non deve essere – da solo o con coniuge – proprietario o proprietari di una quota superiore o uguale al 25% di più di un’abitazione (immobile ad uso abitativo).

Requisiti social card di ammissibilità al beneficio relativi ai minori con età inferiore ai tre anni:

1) il minore in questione deve godere dellacittadinza italiana o comunitaria oppure di valido permesso di soggiorno e deve essere regolarmente iscritto all’anagrafe comunale.
2) L’esercente la patria potestà, con o senza coniuge, deve avere un ISEE 2015 inferiore a 6.788,61€, mentre il patrimonio immobiliare fotografato dalla dichiarazione ISEE 2015, non deve essere superiore a 15.000€.
3) Il richiedente non deve essere proprietario (o proprietari, nel qual caso condivida questa condizione col marito o con la moglie) di una quota superiore o uguale al 25% di più di un’abitazione. La quota di proprietà consentita scende al 10% nell’ipotesi di immobili non ad uso abitativo.

Vediamo ora quali sono i requisiti SIA per l nuova social card 2017: nucleo familiare, reddito, lavoro: 1) Almeno 1 componente di età minore di anni 18. A parità di altre condizioni, è data priorità a: 2) Nucleo familiare costituito esclusivamente da genitore solo e figli minorenni; 3) Nucleo familiare con tre o più figli minorenni ovvero con due figli e in attesa del terzo figlio; 4) Nucleo familiare con uno o più figli minorenni con disabilità; 5) Disagio abitativo, accertato dai competenti servizi del Comune; 6) Ulteriore criteri di precedenza, sempre a parità di altre condizioni, sono favoriti i nuclei: con il più alto numero di figli; con la più bassa età del figlio più piccolo: Qui potrete scaricare il modulo

La domanda per la social card disoccupati 2017 deve essere inoltrata al Comune di residenza. Alla richiesta vanno quindi allegati i seguenti documenti: 1)codice fiscale; 2)copia del documento di identità; 3)modello ISEE.

Inoltre la nuova social card 2017, come la social card disoccupati 2017, sarà concessa se i componenti adulti del nucleo familiare richiedente, si trovano in stato di disoccupazione o di non occupazione, se hanno un reddito da lavoro complessivamente inferiori a euro 4.000 nei 6 mesi precedenti alla data di domanda.

Author: SDS

Share This Post On