Usa Facebook sul posto di lavoro: dipendente licenziato

Termoli: Dipendente usa Facebook sul posto di lavoro: licenziato dall’azienda. La Cgil annuncia sciopero per il provvedimento disciplinare.
Usa Facebook sul posto di lavoro dipendente licenziato

Si tratterebbe di un uomo di 42 anni, padre di famiglia, moglie e due figli: licenziato solo perché aveva utilizzato Facebook dal proprio cellulare, durante l’orario di ufficio.

Un comportamento vietato dal regolamento interno dell’azienda molisana in cui lavorava (che produce nastri adesivi a Termoli) che con una lettera gli ha dato il ben servito. Il dipendente in questione era già stato sospeso per aver pubblicato dei post, a metà dello scorso aprile. Rientrato in azienda, si è visto contestare nuovamente l’accesso a Facebook, per una serie di post che avrebbe scritto dal 2014 al 2016. Sospeso di nuovo, le sue giustificazioni non sono state ritenute sufficienti ed è stato licenziato. L’organizzazione sindacale ha annunciato uno sciopero nei prossimo giorni.

LEGGI ANCHE: Dubai. Blitz dello sceicco in un ufficio pubblico: vuoto. Lui licenzia tutti 

Dubai. Blitz dello sceicco in un ufficio pubblico: vuoto. Lui licenzia tutti

Share This Post On