Caso Cucchi: il carabiniere imputato accusa 2 colleghi di pestaggio

Ci potrebbe esserci una svolta nel caso Cucchi dopo la dichiarazione di un carabiniere imputato nel processo. A rilevarlo il magistrato Giovanni Musarò che ha detto alla stampa nazionale: uno dei carabinieri ha ricostruito i fatti di quella notte denunciando gli altri militari”.

Ricordiamo che la vicenda Cucchi iniziò nel 2009 quando il ragazzo, morì il 22 ottobre del 2009 durante la custodia cautelare in carcere. Tale vicenda ha dato origine a un celebre caso di cronaca giudiziaria italiano che ha coinvolto e che pare coinvolga ancora alcuni agenti di polizia penitenziaria, alcuni medici del carcere di Regina Coeli, e alcuni carabinieri.

Come riporta il sito dell’Ansa.it, poche ore fa il pm Giovanni Musarò ha reso noto un’attività integrativa di indagine dopo che uno dei carabinieri imputati, in una denuncia ha ricostruito i fatti di quella notte e ha “chiamato in causa” due dei militari imputati per il pestaggio.

“Il 20 giugno 2018 – ha detto il pm – l’imputato ha presentato una denuncia contro ignoti in cui dice che quando ha saputo della morte di Cucchi ha redatto una notazione di servizio”. In successive dichiarazioni ha poi chiamato “in causa gli altri imputati: tutt’ora coinvolti  – e la corte d’Assise, già sapeva tutto”.

Caso Cucchi: il carabiniere imputato accusa 2 colleghi di pestaggio

Ricordiamo che il 15  ottobre 2009 Stefano Cucchi viene fermato dai carabinieri dopo essere stato visto cedere ad Emanuele Mancini delle confezioni trasparenti in cambio di una banconota. Portato immediatamente in caserma, viene perquisito e trovato in possesso…Continua a leggere qui

Author: SDS

Share This Post On