L’inattività fisica uccide il doppio dell’obesità. Ma bastano 20 minuti al giorno di…

Il doppio dei decessi dovuti all’obesità sono attribuibili alla totale mancanza di attività fisica…

Ma non preoccupatevi… Per rimediare basta una camminata sostenuta di 20 minuti al giorno. Secondo i ricercatori ridurrebbe il rischio individuale di morte prematura.

I dati che emergono da uno studio della Medical Research Council (MRC) Epidemiology Unit della University of Cambridge, pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition  misurano il legame tra inattività’ fisica e  morte prematura.

I ricercatori hanno analizzato i dati di 334.161 uomini e donne di tutta Europa che partecipano all’European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition (EPIC) Study.

Dagli studi effettuati considerando un campione di persone con variabili molto numerose ( come altezza, peso, circonferenza bacino…etc) 337mila decessi su 9,2 milioni sono attribuibili all’obesita’.

676mila decessi invece sono direttamente attribuibili alla mancanza di attività’ fisica.

Ma basta poco per cambiare il rischio individuale…

conquistesalute

Vi basterà iniziare con una leggera attività fisica. Una camminata veloce di 20 minuti al giorno, che in media aiuta a bruciare tra le 90 e le 110 chilocalorie, potrebbe aiutare a ridurre il rischio di morte prematura tra il 16 e il 30 per cento.

Questo e’ un messaggio semplice: solo una piccola quantita’ di attivita’ fisica ogni giorno potrebbe avere notevoli benefici per la salute delle persone che sono fisicamente inattive. Anche se abbiamo trovato che solo 20 minuti potrebbero fare la differenza – ha continuato – dobbiamo fare di piu’.

ha detto Ulf Ekelund, scienziato che ha coordinato lo studio.

L’attivita’ fisica ha molti benefici per la salute e dovrebbe essere una parte importante della nostra vita quotidiana”.