Mutuo agevolato grazie alle legge 104. Vediamo come fare

Volete comprare casa, accendere un mutuo e avete a casa una persona disabile? Con la legge 104 dovete sapere che ci sono molte agevolazioni e facilità nell’acquisto dell’immobile o per la ristrutturazione della prima casa. La legge infatti consente di avere un mutuo ad un tasso molto più accessibile anche però per le persone disabili ma anche per quelle con tre figli a carico o alle giovani coppie.

Questo grazie al Plafond Casa una norma che è stata introdotta da una convenzione firmata nel 2013 dall’Abi (Associazione bancaria italiana) e dalla Cdp (Cassa depositi e prestiti) per venire in contro alle esigenze dei vari acquirenti. Ma vediamo nello specifico chi può comprare casa con la 104 e come deve fare. Ricordiamo che la legge 104, in generale garantisce il pieno rispetto della dignità umana e i diritti di libertà e di autonomia della persona handicappata e ne promuove la piena integrazione nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società della persona con problemi di disabilità. Per prima cosa ricordiamo che è necessario che ci sia in famiglia una persona disabile o che sia il disabile steso a voler comprare casa. Per ottenere il mutuo agevolato con la 104, il beneficiario dovrà quindi rivolgersi ad una delle banche aderenti all’iniziativa della norma del 92.

La banca, inoltre, per concedere il mutuo ipotecario finalizzato all’acquisto o alla ristrutturazione con tasso agevolato, dovrà usare la provvista di scopo fornita dalla Cassa depositi e prestiti della sua banca. La persona interessata dovrà poi compilare un modulo presso la filiale interessata chiamato “Richiesta di mutuo ipotecario a banche su provvista cassa depositi e prestiti S.p.A”.

Dopo le pratiche burocratiche e le varie domande sarà possibile effettuare il mutuo o la ristrutturazione della prima abitazione. Ricordiamo che il mutuo può ammontare fino a a 100 mila euro, per gli interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica; fino a 250 mila euro per l’acquisto di immobili residenziali e fino a 350 mila euro per interventi congiunti di acquisto e di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica sulla stessa abitazione.

Il mutuo potrà avere una durata massima di 10 anni per quanto riguarda gli interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica, di 20 anni per l’acquisto dell’abitazione con o senza ristrutturazione e di 30 anni per l’acquisto dell’abitazione con o senza rifacimento abitativo.

Ma quali sono le banche che sono agevolate alla legge 104? Alcuni esempi di banche che hanno la convenzione CDP-ABI sono molto, per esempio citiamo:la Banca Nazionale Del Lavoro S.p.A.; la Banca Monte Dei Paschi Di Siena S.p.A. la banca Unicredit S.p.A. la Intesa Sanpalolo S.p.A., la banca Sella e molte altre.

Mutuo agevolato grazie alle legge 104. Vediamo come fare

La Legge 104 pero ricordiamo anche che prevede alcune limitazioni poste a entro i limiti di età fissati a 35 e 40 anni per le giovani coppie spostate, la presenza di un famigliare disabile, la presenza di un nucleo famigliare numeroso composto da 3 o più figli a carico.

Fonte: Legge 5 febbraio 1992, n. 104

Author: SDS

Share This Post On