Pensione casalinghe 2018: come funziona e chi può accedere al servizio

Donne fate attenzione perché ci sono aggiornamenti per quanto riguarda le pensioni, in particolare per quelle delle casalinghe. Per questo 2018 potranno accedere al servizio solo alcune persone co requisiti specifici:

Ricordiamo, che per tutte le donne casalinghe che versano volontariamente i contributi previdenziali ai fini della pensione c’è un fondo apposito dell’Inps. Conosciuto con il nome di Fondo Casalinghe, ecco quali sono i requisiti per l’accesso e l’importo dei contributi da pagare. Si tratta di una misura economica destinata a chi è iscritto al Fondo Casalinghe. Per poter richiedere la pensione è sufficiente versare un contributo di 25,82 mensili per almeno 60 mesi.

Ad esempio, versando poco meno di 104 euro, vedrete che verranno accreditati per 4 mesi di contribuzione presso il fondo pensione casalinghe Inps; per avere diritto all’assegno previdenziale. L’iscrizione, inoltre, è una possibilità che viene offerta a soggetti, di ambo i sessi, di età compresa tra i 16 ed i 65 anni che svolgono lavoro in famiglia non retribuito. La pensione di inabilità viene concessa con almeno 5 anni di contributi, a condizione che sia intervenuta l’assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività lavorativa.

Le prestazioni sono rivolte alle persone di entrambi i sessi iscritte al Fondo casalinghe che svolgono lavori di cura non retribuiti derivanti da responsabilità familiari. Al Fondo Casalinghe possono iscriversi tutte le persone che abbiano i seguenti requisiti:

svolgono mansioni in famiglia, attività di assistenza e cura della famiglia e della casa, tutto ciò senza essere né retribuiti né vincolati; non sono titolari di pensione diretta; non sono iscritti ad uno specifico ente e non svolgono un’attività lavorativa autonoma o dipendente e che svolgono un lavoro part-time. La pensione di vecchiaia spetta a partire dal 57° anno di età, a condizione che siano stati versati almeno cinque anni di contributi. Inoltre viene liquidata solo se l’importo maturato risulta almeno pari all’ammontare dell’assegno sociale maggiorato del 20%  e prescinde dall’importo al compimento del 65° anno di età.

Pensione casalinghe 2017. Ecco chi può richiederla

L’importo è determinato secondo il sistema di calcolo contributivo e c’è da sapere anche che le pensioni non sono integrabili al trattamento minimo pensionistico. Per usufruire delle pensioni sono obbligati a iscriversi all’Inail i componenti del nucleo familiare, di età compresa fra i 18 e i 65 anni compiuti, che svolgono, in via esclusiva e non occasionale, senza vincolo di subordinazione e a titolo gratuito, attività in ambito domestico per la cura del proprio nucleo familiare.

La domanda, sia per la pensione di inabilità che per la pensione di vecchiaia, dovrà essere inoltrata  solo  online all’Inps attraverso il servizio dedicato dello sportello.

Fonte Inps

Author: SDS

Share This Post On