Perché ci innamoriamo della persona sbagliata?

Capita a molti di chiedersi “Perché ci si innamora delle persone sbagliate?” e di rispondersi trovando mille giustificazioni.

Vi è mai capitato di domandarvi: Perché ci innamoriamo sempre delle persone sbagliate? Una domanda lecita, per alcuni più che per altri, ma che nella nostra mente, nel nostro vissuto e nei nostri vittimismi trova sempre terreno fertile. In linea di massima possiamo dire che le persone tendono ad essere sbagliate quando non sono come ce le aspettavamo, quando non rispondono ai nostri canoni di perfezione, perché tendiamo ad essere un filino egocentrici il più delle volte. Ci sono anche tanti casi in cui effettivamente tendiamo a fare sempre gli stessi errori, e sono traumi, mancanze e bisogni che ci trasciniamo dietro sin da quando eravamo piccoli.

Innamorarsi (o credere di innamorarsi) sempre di persone impegnate o palesemente non disponibili è un modo con cui sabotiamo da soli la nostra voglia di felicità e di costruire, così come chi tende ad infatuarsi sempre di persone molto più grandi o magari di persone che vivono a 800 chilometri di distanza. Sono meccanismi che dovremmo imparare a spezzare, il più delle volte basta solo riflettere un attimo, altre volte invece potrebbe essere utile fare una chiacchierata con uno psicologo, soprattutto se si arriva a situazioni abbastanza gravi. Le persone che incontriamo non sono sempre tutte sbagliate, a volte semplicemente, non ci si trova, non si ha
abbastanza pazienza, pretendiamo la perfezione, ma quella non esiste e bisognerebbe imparare ad amare anche i difetti. A meno che non ci siano degli schemi che si ripetono, forse ci si innamora sempre delle persone sbagliate perché “peschiamo” sempre nello stesso stagno,perché non ci va di osare o di buttarci. Secondo me, il più delle volte ci “accontentiamo” per non stare da soli, e poi ci ritroviamo con una persona “sbagliata” a fianco.

Perché mi innamoro sempre delle persone sbagliate?

Se durante l’infanzia si è instaurata una relazione affettiva insoddisfacente e centrata su un’instabilità emotiva caratterizzata da un’assenza di interesse da parte dell’adulto con cui ci si è identificati, anche da adulti si tenderà a sentirsi più a proprio agio in una relazione che offre un’esperienza emotiva simile, nonostante ciò faccia soffrire. Infatti questo processo è di natura totalmente inconsapevole, non ci si rende assolutamente conto che si sta cercando ciò che si è vissuto nella fanciullezza, e perciò non si ha un controllo cosciente sull’instaurazione di una relazione basata su aspetti differenti da quelli già conosciuti, ma si applicherà l’unico modo di interagire e rapportarsi che si conosce, ed è esattamente quello che si è avuto con la persona con cui ci si identifica.

Quando ci si innamora della persona sbagliata spesso, il motivo può essere ritrovato nella tendenza di ricreare quelle stesse situazioni da cui spesso si cerca di fuggire, ma che sono le uniche che si conoscono e che offrono una sorta di stabilità, nonostante la sofferenza che possono procurare.

Share This Post On