Problemi intestinali? Dipendono dalla posizione sul water

A dimostrarlo è stato uno studio tedesco. Secondo le indagini, sedersi nella posizione canonica sul water non favorirebbe l’evacuazione giornaliera. Insomma, “l’abbiamo sempre fatta sul water nel modo sbagliato”, secondo i ricercatori, che hanno trovato la giusta posizione per liberare l’intestino. “L’abbiamo sempre fatta nel modo sbagliato”. Una ricerca condotta dalla biologa Giulia Enders, citata da Annalisa Barbieri sul Guardian, sostiene che i problemi intestinali e la stitichezza, sarebbero dovuti alla posizione che assumiamo quando andiamo in bagno.

LEGGI ANCHE: Cellulare al bagno? Pessima idea. Ecco perché…

Problemi intestinali? Dipendono dalla posizione sul water

Non riesci ad evacuare completamente quando vai in bagno? Non è colpa tua

La suggestiva tesi è contenuta nel libro Charming Bowels, recentemente uscito in Germania. “il meccanismo di chiusura dell’intestino non è progettato per un’apertura ottimale dello sfintere quando si è in piedi o completamente seduti”. Da qualche giorno, inoltre è diventato virale su Facebook un video in cui si spiega che defecare seguendo una postura a «squat», tenendosi sollevati sulle gambe, eviterebbe molti problemi di stitichezza e non solo.

La biologia medica Giulia Enders infatti dichiara che:“1,2 miliardi di persone nel mondo che utilizzano lo squat hanno meno probabilità di soffrire di diverticoli e meno problemi di emorroidi. Noi in Occidente, d’altra parte, spremiamo il nostro tessuto intestinale fino a che non esce dalle nostre parti inferiori”.

Quando siamo seduti infatti l’intestino retto si piega e non facilita l’evacuazione come spiega anche il professor Pier Alberto Testoni, primario gastroenterologia ed endoscopia digestiva all’ospedale San Raffaele di Milano. Ebbene la seduta all’occidentale crea fisiologicamente uno strozzamento nei muscoli del retto, mentre la posizione squat distende la muscolatura rettale favorendo la liberazione fisiologica e completa dell’intestino. La seduta sul Wc, infatti, non garantirebbe al corpo umano una posizione naturale per evacuare le feci.

La posizione più rispettosa della fisiologia umana sarebbe quella comunemente assunta nel cosiddetto bagno alla Turca. Una postura che nel gergo atletico (ovvero in palestra) viene definita squat. Quindi per evitare spiacevoli problemi intestinali, è possibile “rannicchiare le gambe”, ottenendo un effetto squat sullo sfintere interno, anche sedendosi sul wc tradizionale: per farlo basta sollevare le gambe appoggiandole su uno sgabello, su un supporto, su una scaletta a due gradini.

Author: SDS

Share This Post On