Quanto fa male alla mente e al corpo essere lasciati?

Chiudere una relazione o essere lasciati non è mai bello e superare la fine di una storia amorosa talvolta è davvero complicato. A soffrire è l’anima ma soprattutto il corpo. E’ stato dimostrato, come alcune persone soffrano più di altre per la distruzione di un rapporto di coppia, anche a livello fisico.

Nello specifico, secondo gli esperti dell’American Heart Association, il dispiacere causato dalla fine di un rapporto importante è vissuto come un vero e proprio lutto. La sofferenza amorosa infatti, secondo altri recenti studi, coinvolge potentemente anche il fisico con una serie di sensazioni tipiche, che vanno appunto dal mal di stomaco alla difficoltà a dormire, alle crisi di ansia. Secondo gli psicologi, oltre ad un calo mentale e della felicità si ha anche un vero e proprio indebolimento del sistema immunitario.

E’ stato dimostrato, che le aree del cervello che si accendono in risposta al dolore dell’abbandono, al dolore dell’esser lasciati, sono le stesse accese da un dolore fisico come una scottatura, ossia la corteccia secondaria somatosensoriale e l’insula dorsale posteriore, aree la cui attivazione era stata vista finora solo in risposta a stimoli fisici. Ma l’abbandono, il sentirsi persi e soli dopo un lungo cammino insieme spaventa sempre. Spaventa la solitudine, la paura dei ricordi, il timore di non poter più stare bene, di avere paura, di non avere più voglia di uscire di casa.

Essere lasciati rende vulnerabili e anche una semplice cena con gli amici può diventare un’esperienza terribile. In alcuni sale una certa sorta di ansia nel sentirsi scoperti davanti agli altri. Le persone che chiudono in maniera sofferente una relazione devono affrontare una serie di stati d’animo che vanno dalla paura, all’odio, al risentimento, al timore. Un cocktail di emozioni forti che talvolta mettono a dura prova anche il nostro sistema immunitario.

Il bisogno di stare soli, in casa, di sentirsi in qualche modo protetti e ovattati dalla realtà circostante serve alla persona per rimettersi in sesto. L’amore, ricordiamo che è un sentimento complesso e la vita di coppia, richiede energia e dedizione. Ogni singolo giorno un rapporto va alimentato, un pò come se fosse un seme, un seme appunto da piantare, da curare, da annaffiare. Bisognerà avere pazienza per veder nascere dalla terra il frutto del vostro lavoro, frutto che andrà continuamente alimentato, un pò come una storia d’amore.

Chiudere una relazione o essere lasciati non è mai bello e superare la fine di una storia amorosa talvolta è davvero complicato. A soffrire è l'anima ma soprattutto il corpo. E' stato dimostrato, come alcune persone soffrano più di altre per la distruzione di un rapporto di coppia, anche a livello fisico. Nello specifico, secondo gli esperti dell’American Heart Association, il dispiacere causato dalla fine di un rapporto importante è vissuto come un vero e proprio lutto. La sofferenza amorosa infatti, secondo altri recenti studi, coinvolge potentemente anche il fisico con una serie di sensazioni tipiche, che vanno appunto dal mal di stomaco alla difficoltà a dormire, alle crisi di ansia. Secondo gli psicologi, oltre ad un calo mentale e della felicità si ha anche un vero e proprio indebolimento del sistema immunitario. E' stato dimostrato, che le aree del cervello che si accendono in risposta al dolore dell’abbandono, al dolore dell’esser lasciati, sono le stesse accese da un dolore fisico come una scottatura, ossia la corteccia secondaria somatosensoriale e l’insula dorsale posteriore, aree la cui attivazione era stata vista finora solo in risposta a stimoli fisici. Ma l'abbandono, il sentirsi persi e soli dopo un lungo cammino insieme spaventa sempre. Spaventa la solitudine, la paura dei ricordi, il timore di non poter più stare bene, di avere paura, di non avere più voglia di uscire di casa. Essere lasciati rende vulnerabili e anche una semplice cena con gli amici può diventare un'esperienza terribile. In alcuni sale una certa sorta di ansia nel sentirsi scoperti davanti agli altri. Le persone che chiudono in maniera sofferente una relazione devono affrontare una serie di stati d'animo che vanno dalla paura, all'odio, al risentimento, al timore. Un cocktail di emozioni forti che talvolta mettono a dura prova anche il nostro sistema immunitario. Il bisogno di stare soli, in casa, di sentirsi in qualche modo protetti e ovattati dalla realtà circostante serve alla persona per rimettersi in sesto. L’amore, ricordiamo che è un sentimento complesso e la vita di coppia, richiede energia e dedizione. Ogni singolo giorno un rapporto va alimentato, un pò come se fosse un seme, un seme appunto da piantare, da curare, da annaffiare. Bisognerà avere pazienza per veder nascere dalla terra il frutto del vostro lavoro, frutto che andrà continuamente alimentato, un pò come una storia d’amore. Una relazione, con il tempo è soggetta a molti eventi, piacevoli e spiacevoli, che possono fortificare o dividere. Solo le persone davvero innamorate e unite riusciranno a tener a caldo il loro vero e prezioso amore e quando le storie falliscono il dolore è grande. La sconfitta, la consapevolezza di aver fallito in qualcosa, in un progetto di vita è vissuto come un dolore grande nelle persone che credevano nella loro unione amorosa. Certo è che in certi casi chiudere a volte è fondamentale e riuscire a riprendersi da una relazione finita è essenziale per ripartire. 

Una relazione, con il tempo è soggetta a molti eventi, piacevoli e spiacevoli, che possono fortificare o dividere. Solo le persone davvero innamorate e unite riusciranno a tener a caldo il loro vero e prezioso amore e quando le storie falliscono il dolore è grande. La sconfitta, la consapevolezza di aver fallito in qualcosa, in un progetto di vita è vissuto come un dolore grande nelle persone che credevano nella loro unione amorosa. Certo è che in certi casi chiudere a volte è fondamentale e riuscire a riprendersi da una relazione finita è essenziale per ripartire.

Author: SDS

Share This Post On